Abusi sessuali collettivi sui minori – A. Zappalà, Franco Angeli 2009

zappala“Asili maledetti”: è questa la formula, sfruttata soprattutto a livello mediatico, per richiamare l’attenzione su casi che, anche recentemente in Italia, hanno visto coinvolti uomini e donne, con l’accusa di aver commesso, in concorso tra loro e ripetutamente, abusi sessuali a danno di minorenni.

Con abusi sessuali collettivi si intendono quei casi in cui più persone adulte, maschi e femmine, vengono accusate di aver abusato sessualmente, ripetutamente e in concorso tra loro, più vittime, sia maschi che femmine. Teatri di queste vicende sono spesso le scuole materne, e per questo i mass media parlano sovente di “asili maledetti”; tuttavia vi sono casi ancora più bizzarri in cui avverrebbero happening rituali con abusi fisici, psicologici e sessuali, durante la celebrazione di riti, con invocazioni ad entità sovrannaturali, in contesti caratterizzati da un apparato simbolico-cultuale fatto di maschere, balli, tombe e sacrifici umani.

Ma cosa si nasconde realmente dietro queste vicende, da cui sono poi scaturite investigazioni, processi e sentenze? Gli abusi sessuali collettivi sono una manifestazione del “panico morale” che si sta diffondendo anche nel nostro Paese? E se sì, con quali effetti? Quali misure è necessario osservare per evitare le speculazioni e proteggere i minori coinvolti? Dopo aver passato in rassegna i principali casi internazionali di abusi sessuali collettivi ed esplorato il fenomeno dell’abuso rituale, il volume esamina le vicende processuali di tre falsi casi di abusi sessuali collettivi avvenuti nel nostro Paese, individua le accortezze che occorre adottare nell’intervista con i bambini e propone un modello in cui si illustrano gli ingredienti, e la loro fatale combinazione, che conducono alla genesi di processi per falsi abusi sessuali collettivi o rituali. Il volume propone infine la traduzione in italiano dell’ultima versione del protocollo NICHD di intervista ai minori. Primo libro in Italia ad essere interamente dedicato a questa fenomenologia criminale, il volume è un utile strumento non solo per psicologi e criminologi, ma anche per operatori giudiziari e delle forze dell’ordine, assistenti sociali, avvocati e magistrati.

http://books.google.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...