“La Fabbrica dei Mostri” – Fabrizio Tonello

FTonello“La fabbrica dei Mostri” è un  saggio di Fabrizio Tonello.

Fabrizio Tonello è stato professore di Scienza dell’opinione pubblica all’Università di Padova.  Ha pubblicato, tra l’altro, “La nuova macchina dell’informazione” (Milano 1999).

Il saggio viene pubblicato in allegato al DVD del film documentario “Una storia americana”, riguardante un controverso caso di abuso su minore verificatosi in USA nel 1987 (il caso Friedman), al quale l’autore dedica un intero capitolo del saggio, partendo dall’esame di numerosi ed eclatanti casi di falsi abusi verificatisi in USA tra il 1985 e il 1995. Tonello battezza questo periodo come “una fase di isteria collettiva” che ha portato alla comparsa e al consolidamento di un vero e proprio “panico morale”.

Il panico morale si sviluppa quando un pericolo sociale circoscritto, per quanto odioso, viene artificialmente gonfiato dai media, dalla classe politica e da associazioni moralizzatrici di dubbie capacità critiche fino ad assumere un livello di allarme spropositato rispetto al pericolo reale.Una volta costruita una veste pseudoscientifica e una base statistica puramente inventata, il pericolo sociale assume l’aspetto di un dramma incombente su ogni cittadino.Questo meccanismo perverso, che ha accompagnato gli USA per un decennio e che sta ora comparendo anche in Europa, lascia dietro di sè una scia di vittime innocenti e di vite distrutte impossibili da ignorare.

Tonello, nei capitoli del libro, passa in rassegna le cause storiche. giuridiche e sociali che portano al “panico morale” nei confronti della pedofilia. Tutti i pilastri che sostengono questo fenomeno vengono analizzati con spirito critico e smontati ad uno ad uno. Scopriamo così che le statistiche catastrofiche diffuse dai seminatori di panico sono in realtà manipolate, tanto da risultare, in alcuni casi, ottomila volte maggiori rispetto alla realtà. Scopriamo come le teorie psicologiche sulle “memorie ritrovate” e sulla presunta impossibilità per un minore di raccontare un evento mai accaduto sono completamente prive di riscontri scientifici e di valenza accademica (sono, anzi, basate su ricerche approssimative, mancanti di criteri oggettivi e condivisibili).

Scopriamo come su queste teorie bislacche sia possibile celebrare interi processi e promulgare leggi fortemente repressive dei diritti dei cittadini imputati. Il saggio, corredato da dati, grafici e tabelle e da una ricchissima bibliografia, si pone come un elemento indispensabile per coloro che vogliono abbandonare la superficialità degli stereotipi per intraprendere un cammino critico e maturo, basato sulla realtà e sul ragionamento.

Il libro è stato distribuito da Feltrinelli assieme al film Una storia americana. Vincitore del Gran premio della Giuria al Sundance Film Festival del 2003, Una storia americana è il film più avvincente e provocatorio sul quale si è più appassionatamente discusso quest’anno. Nonostante la loro passione per il gingillarsi davanti a cineprese amatoriali, i Friedman erano una famiglia normale della media borghesia che viveva nei sobborghi di New York. Il giorno della festa del Ringraziamento, mentre la famiglia si riunisce in casa per una tranquilla cena del giorno di festa, la porta di casa esplode, fatta a pezzi da un ariete della polizia. Gli agenti irrompono in casa, accusando Arnold Friedman e il suo figlio più giovane Jesse di un crimine spaventoso: pedofilia. Il film segue la loro storia dalla prospettiva pubblica e attraverso straordinarie sequenze filmate della crisi della famiglia vera, girate in casa Friedman. Mentre la polizia indaga e la comunità reagisce, il tessuto della famiglia comincia a disintegrarsi, rivelando interrogativi provocatori sulla giustizia, la famiglia e – alla fine – sulla verità.

Negli extra il trailer e un’intervista a Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra, psicoterapeuta, presidente del Centro aiuto alla famiglia in crisi e al bambino maltrattato (Caf).

Fonte:  www.feltrinellieditore.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...