Assoluzione finale per il caso della bassa modenese – Il Resto del Carlino

2

Pedofilia, i coniugi Covezzi assolti un’altra volta

Lorena e Delfino Covezzi non abusarono dei figli che non vedono dal 1998

Modena, 2 maggio 2013 – Assolti per la seconda volta per non aver commesso il fatto. La Corte d’Appello di Bologna ha giudicato innocenti i coniugi di Massa Finalese Lorena Morselli e Delfino Covezzi: la coppia era accusata da quindici anni di abusi sessuali sui quattro figli che non vedono dal 1998, quando i servizi sociali li allontanarono dalla famiglia. Continua a leggere

Asilo di Mombercelli (Asti): non c’era abuso ma psicosi collettiva – il Foglio

PER I GIUDICI AD ASTI NON C’È STATO ABUSO SUI BIMBI, MA PSICOSI COLLETTIVA

Le motivazioni dell’assoluzione delle maestre di Mombercelli, un caso molto simile a quello di Rignano

foglio

Milano 8/6/2007 – La controversa vicenda della scuola OLGA ROVERE di Rignano Flaminio, (due giorni fa il pm ha impugnato la scarcerazione degli imputati decisa dal tribunale del riesame) potrebbe finire così. Con un giudice che assolve le maestre dall’accusa di pedofilia, perché “lo stato di ansietà dei genitori e le modalità utilizzate per scoprire e capire le ragioni del loro disagio hanno avuto una ricaduta negativa sull’indagine preliminare e sulla ricostruzione della verità processuale”. Continua a leggere

Isteria abusi in provincia di Torino – La Stampa 27/7/2007

Luserna San Giovanni: niente violenze nella scuola dei “satanisti”

lastampatop2

La media Edmondo De Amicis di Luserna San Giovanni non è la scuola degli orchi e dei mostri.
Nella biblioteca del primo piano non sono mai avvenuti rapporti sessuali fra insegnanti e alunni, nessuno studente è stato minacciato di morte, di una bocciatura, di avere la casa bruciata.
Non sono mai stati girati filmini hardcore da mettere su Internet ed infine cade anche l’ultimo mattone di un castello di bugie o di suggestioni: non ci sono mai state messe nere con bambini vittime sacrificali.
Si chiude così, per pm pinerolesi Ciro Santoriello e Vito Destito, l’inchiesta penale: con una richiesta di archiviazione. Le indagini avevano preso il via il 2 febbraio dello scorso anno, quando la mamma di un bambino aveva denunciato ai carabinieri di Luserna violenze sessuali subite dal figlio nello spogliatoio della palestra, ad opera dell’insegnante di ginnastica, Gianfranco Cantù. Continua a leggere

La vicenda dell’asilo Sorelli di Brescia – La Stampa

“Io, sporcata per sempre dall’accusa di pedofilia”

La Cassazione scagiona definitivamente le maestre Nell’asilo degli orrori solo bugie.

lastampatop2

7/5/2010 “Perseguiti per fatti inesistenti, i pm non hanno mai cercato le prove a nostro discarico”  L’inchiesta mi ha lasciato addosso un senso di fragilità enorme. Non riesco più a guardare un  bambino. E ho la sensazione che chiunque potrebbe giudicarmi colpevole. Continua a leggere

Né orchi, né streghe nell’asilo di Rignano Flaminio – Carlo Bonini

la-repubblica-logo-big

Troppe suggestioni e niente prove così è crollato il teorema dei pm

ROMA 29/5/2012 – Non esistevano dunque né orchi, né streghe nella scuola per l’ infanzia “Olga Rovere”. I sei sventurati, inquisiti e come tali processati, sono un abbaglio da psicosi e contagio collettivi. I ventuno bimbi che si volevano abusati o comunque “esposti” a un trauma sessuale di nessuna violenza sono mai stati vittime. E la storia di una catastrofe processuale, umana, civica, arriva così al suo inevitabile compimento. Continua a leggere

Romanzo: “Il bambino che sognava la fine del mondo” – Antonio Scurati

4526241_0NARRATIVA NEL NUOVO ROMANZO LO SCRITTORE MUOVE DA EPISODI DI CRONACA PER ILLUSTRARE L’ ITALIA DI OGGI

Il contagio collettivo del Male

Scurati: «Racconto la pedofilia per spiegare a cosa può portare la paura»

18/3/2009 – Lo facciamo di continuo. Eppure civettare con la paura è pericoloso. Talmente pericoloso, che il delirio psicotico di una madre in crisi può condurre un’ intera comunità a cercare sicurezza nel demonio, a ricadere nelle derive maniacali di scenari arcaici. È già successo. Ed è la storia che racconta Antonio Scurati nel suo nuovo romanzo, Il bambino che sognava la fine del mondo (Bompiani, pp.195, 18). Continua a leggere

Abusi sessuali collettivi sui minori – A. Zappalà, Franco Angeli 2009

zappala“Asili maledetti”: è questa la formula, sfruttata soprattutto a livello mediatico, per richiamare l’attenzione su casi che, anche recentemente in Italia, hanno visto coinvolti uomini e donne, con l’accusa di aver commesso, in concorso tra loro e ripetutamente, abusi sessuali a danno di minorenni. Continua a leggere