Terapia sui minori abusati e diffamazione di Gardner

ptsdIl capitolo 11 del volume “True and false accusations of child sex abuse” è interamente dedicato alla terapia dei minori abusati. Da questo capitolo sono state estratte alcune citazioni per dimostrare surretiziamente che Gardner sarebbe stato convinto che l’abuso sessuale sui minori non arreca danni alle vittime e che quindi lo scopo della terapia sui minori abusati sarebbe stato unicamente quello di tranquilizzarli rispetto all’accaduto.

Ciò è falso ed è facilmente dimostrabile consultando l’indice del libro. Nello stesso capitolo 11 infatti è contenuto un intero sottocapitolo che tratta delle varie forme di disagio dei minori vittima di abuso sessuale. Da pagina 543 a pagina 576 vengono trattati 15 diversi tipi di sintomi di disagio riscontrabili sui minori abusati (tra cui: “Hypersexualization”, “Regression”, “Guilt”, “Self Exteem Problems”, “Loss of Trust”, “Anger Problems”, “Depression”).

Ma l’asso nella manica dei diffamatori è questa citazione di Gardner secondo cui lo scopo della terapia del minore abusato è:

“facilitate the desensitization process, not artificially prolong it with psychotherapeutic muckraking.”
(faciltare il processo di desensibilizzazione, e non prolungarlo con scandalismo psicoterapeutico) [pag. 536].

L’uso del termine desensibilizzazione viene fatto passare come una prova del fatto che Gardner avrebbe segretamente ritenuto suo vero compito quello di far riconciliare i minori con l’idea che avere rapporti sessuali con gli adulti è una cosa buona.

Questo è solo una prova della scarsa familiarità con il linguaggio della pratica terapeutica di chi ha cercato di diffamare il professor Gardner. Infatti basta una ricerca con Google per scoprire come “desensibilizzazione” è il termine tecnico con cui viene indicata una delle terapie standard nella terapia cognitiva e comportamentale per il trattamento del disturbo da stress posttraumatico (ad esempio nel caso dei reduci di guerra).

You may focus on memories that are less upsetting before talking about worse ones. This is called “desensitization,” and it allows you to deal with bad memories a little bit at a time. Your therapist also may ask you to remember a lot of bad memories at once. This is called “flooding,” and it helps you learn not to feel overwhelmed.
(US Dept. for Veterans Affairs, www.ptsd.va.gov)

Gardner cominciò la sua carriera come psichiatra militare. Nessuna meraviglia quindi che avesse familiarità con questi termini e queste tecniche terapeutiche.

Ma soprattutto va sottolineato come Gardner ritiene che il trauma subito dai minori abusati per certi versi ha effetti simili a quelli dei traumi subiti dai militari di prima linea. Va precisato che Gardner ha affrontato il tema dell’applicabilità della diagnosi di PTSD (disturbo da stress post traumatico) ai minori abusati sessualmente per concludere che non è appropriata. Gli effetti dell’abuso sui minori sono del tutto peculiari e vanno riconosciuti sulla base di sintomi precisi senza ricorrere alla semplificazione di classificarli sotto la diagnosi di PTSD.

Ma che cosa propongono in alternativa i calunniatori di Gardner? Di continuare a ricordare al minore che quanto ha subito è orribile e che non lo potrà mai dimenticare per tutta la vita? Che razza di terapia sarebbe mai questa?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...